Home About Computer and Art

Mi chiamo Roberto Manzoli, lavoro presso il Centro Informatico d'Ateneo dell'Università di Genova. Ho molti interessi, oltre alle 'arti visive' che pubblico su questo sito, sono un grande appassionato di musica, suono la chitarra, il pianoforte, il sax contralto e tenore, diversi tipi di flauto. Dedico tanto tempo alla musica quanto alla fotografìa, alla grafica e a tutto il resto (compreso il video - magari pubblicherò qualche mio cortometraggio in futuro).

Trovo ispirazione in molti modi: da un libro, da un'associazione mentale, da un luogo, da una persona. Non mi annoio mai, a volte non dormo per tutta la notte perché mi manca il tempo di fare le cose che desidero fare.

Mi reputo una persona serena, fortunata: sono nato in un contesto sociale relativamente invidiabile. Ho avuto una infanzia molto diversa da quella che, suppongo, sia la vita dei bambini italiani negli ultimi anni: io saltavo da un sasso all'altro dei torrenti a caccia di rane e biscie, sono stato libero di stare fuori fino a tardi in età precoce. Ho meravigliosi ricordi di lunghe notti estive trascorse circondato da tanti amici, provenienti da ogni parte d'Italia a scorazzare per il quartiere.

Genova, la mia città natale, che ho fotografato in lungo e in largo, ha quella spugna che assorbe tristezza che è il mare. Gli occhi di chi vive in una città di mare sembra guardino sempre verso l'orizzonte: l'apertura mentale e la continua crescita culturale è quell'orizzonte che provo a includere nello sguardo sempre più.

My name is Roberto Manzoli, I work at the Computer Technology and Data Center of the University of Genoa. I have many interests, besides the 'visual arts' that I publish on this site, I am a great lover of music, I play guitar, piano, alto saxophone and tenor, different types of flute. I dedicate a lot of time to music as to photography, graphics and everything else (including the video - maybe I'll publish some short films in the future).

I find inspiration in many ways: from a book, from a mental association, from a place, from a person. I never get bored, sometimes I do not sleep all night because I miss the time to do the things I want to do.

I consider myself a happy, lucky person: I was born in a relatively enviable social context. I had a very different childhood from what I suppose is the life of Italian children in recent years: I jumped from one stone to another of the torrents hunting frogs and biscy, I was free to stay out until late in age early. I have wonderful memories of long summer nights spent surrounded by many friends, coming from all over Italy to roam the neighborhood.

Genoa, my hometown, which I have photographed far and wide, has that sponge that absorbs sadness that is the sea. The eyes of those who live in a seaside town always seem to look towards the horizon: openness and continuous cultural growth is the horizon that I try to include in the look more and more.

2008-2018, made in Italy by Roberto Manzoli with